È ufficiale, nasce la Borsa di Studio “Enrico Pirotta”

La nostra Scuola di Ottica e Optometria “Leonardo da Vinci”, in collaborazione con Fondazione Leonardo Education, nell’intento di incoraggiare, sviluppare ricerca e studi inerenti alla professione di Ottico Optometrista, bandisce la prima edizione della Borsa di studio “Enrico Pirotta”, docente unico e stimato, che con l’impegno di una vita ha fattivamente contribuito all’elevazione culturale e professionale degli Ottici Optometristi Italiani.

La Borsa di studio premia i 3 studenti che otterranno i punteggi più alti nella sezione d’Esame di Abilitazione alla professione di Ottico che avverrà presso la nostra sede nel mese di settembre (con un valore minimo complessivo pari o superiore a 85/100) con un riconoscimento economico utilizzabile per l’iscrizione al successivo corso biennale di specializzazione in Optometria.

In caso di punteggio ex-equo, discriminante sarà il voto della prova pratica.


1° classificato
Borsa di studio per un controvalore pari a € 1.000

netti utilizzabili complessivamente per l’iscrizione al corso biennale di Optometria presso la scuola di Ottica e Optometria “Leonardo da Vinci” di Bergamo

 

2° classificato
Borsa di studio per un controvalore pari a € 600

netti utilizzabili complessivamente per l’iscrizione al corso biennale di Optometria presso la scuola di Ottica e Optometria “Leonardo da Vinci” di Bergamo

 

3° classificato
B
orsa di studio per un controvalore pari a € 400

netti utilizzabili complessivamente per l’iscrizione al corso biennale di Optometria presso la scuola di Ottica e Optometria “Leonardo da Vinci” di Bergamo


Enrico Pirotta, classe 1955, dopo le scuole dell’obbligo frequenta l’Itis di Bergamo e diviene perito elettrotecnico. Entra subito in fabbrica, restandoci alcuni anni; il lavoro produttivo gli piace, è però attratto da un’attività più autonoma e matura la decisione di riprendere gli studi per perseguirla.

Nel 1982 sceglie così di intraprendere gli studi di ottica e si iscrive a un impegnativo corso residenziale all’Irsoo di Vinci riservato a chi è in possesso di un diploma di scuola media superiore, dove si trasferisce per un anno e consegue l’abilitazione.

L’esperienza di Vinci lo segna profondamente e l’Irsoo diviene il luogo della sua iniziazione professionale e dello slancio verso un’attività imprenditoriale indipendente. Rientrato dalla Toscana, nel novembre del 1983 Pirotta apre un centro ottico di proprietà nel suggestivo centro storico di Cologno al Serio, il suo paese. L’impatto con il mercato è positivo, la preparazione conseguita a Vinci lo supporta e la sua attività mette radici, si sviluppa e fiorisce.

Due anni dopo, mosso dalla passione per il proprio lavoro e dalla volontà di perfezionarsi, Pirotta si iscrive al triennio regionale dell’Istituto Superiore di Scienze Optometriche di Milano; la sua settimana, per tre anni, si divide tra Milano e Cologno al Serio.

Completa l’Isso e consegue la qualifica di optometrista nel 1988. Frequentando la scuola milanese, Pirotta conosce Federottica e il suo storico presidente Giuseppe Ricco che insegna Deontologia Professionale.

Negli anni successivi inizia a partecipare con impegno alle iniziative di Federottica Bergamo, come membro del consiglio direttivo e vicepresidente; una delle priorità che persegue personalmente e richiede per la categoria è quella formativa: elevare qualitativamente e quantitativamente l’aggiornamento professionale dei colleghi. Enrico e Maria Teresa divengono intanto, in pochi anni, genitori di Stefano e Francesco. Il lavoro aumenta e nel proprio centro ottico Pirotta cura personalmente i vari aspetti connessi alla professione. È molto preparato e continuamente si perfeziona con corsi e seminari, che segue in ogni angolo d’Italia, accedendo alle conoscenze e poi rielaborandole con uno spirito concreto e fattivo. Diviene così, anno dopo anno, un professionista tra i più preparati. Ciò non lo rende altero e distaccato. Pirotta effettua invece la scelta, meditata e consapevole, di essere professionalmente trasparente con i colleghi e con gli utenti: ricerca un contatto diretto e non formale con le persone, evita di portare il camice per mettere gli utenti a proprio agio in un ambiente accogliente e familiare, si comporta con esemplare correttezza nei confronti dei propri doveri di cittadino e imprenditore, definisce uno stile personale e inimitabile che diviene, nel tempo, la sua essenza comunicativa.

Nei primi anni Duemila, Pirotta entra stabilmente nel corpo docente di ottica del Centro Studi “Leonardo da Vinci” di Bergamo, con l’incarico di professore di Laboratorio Optometrico, dove può esprimere la propria competenza e conquista la stima e l’affetto dei suoi studenti.

È  tra i primi promotori e relatori del Progetto Bimbovisione di Federottica, partecipa in prima fila alle varie iniziative sindacali e professionali dell’associazione, è promotore di iniziative di screening e divulgazione scientifica sul territorio, si impegna per un adeguato riconoscimento legislativo e sociale dell’ottica e dell’optometria incarnate da centri ottici indipendenti che siano fortemente legati al proprio territorio e che sappiano coniugare un approccio imprenditoriale pragmatico e una professionalità ad ampio spettro che non abbia come obiettivo soltanto il raggiungimento dei dieci decimi: veder bene significa molto di più.

All’inizio dell’anno scorso, Enrico incontra la malattia e poi, in rapida sequenza, il ricovero, la diagnosi, le speranze, le difficoltà legate alla pandemia, le cure, il peggioramento, il rientro a casa e la precoce dipartita.

Ci lascia un professionista completo, tra i più appassionati e preparati, con unanime rimpianto. Un collega di spessore e una persona con un elevato indice di umanità.


2021 CENTRO STUDI SUPERIORI S.r.l. P.IVA/C.F. 02388300168 | Privacy Policy | Cookie Policy | CREDITS